Bonus Export Digitale Plus 2024

servizi digitali, tablet dal quale fuoriescono icone di tanti diversi servizi fruibili via web

L’agevolazione per i servizi digitali destinati all’internazionalizzazione delle aziende. Le domande dal 13 febbraio al 15 aprile

Al via il Bonus Export Digitale Plus 2024, l’iniziativa destinata a supportare le micro e piccole imprese manifatturiere italiane nel loro percorso di espansione oltre confine, con un incentivo economico sull‘acquisto di servizi digitali avanzati. Coordinato da Invitalia e promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, in sinergia con l’Agenzia ICE, il bonus si colloca come uno strumento all’interno di una strategia ad ampio raggio per accrescere la competitività delle nostre aziende a livello internazionale.

A chi si rivolge il Bonus Export Digitale Plus

Possono fare richiesta dell’incentivo, le micro e piccole imprese manifatturiere italiane, incluse quelle aggregate in reti o consorzi, intenzionate ad espandere la propria presenza fuori dall’Italia con l’ausilio di tecnologie e piattaforme digitali. I servizi digitali devono essere erogati da agenzie autorizzate, iscritte all’albo dei fornitori per questo bando.

Coloro che hanno già ottenuto l’agevolazione sulla precedente misura “Bonus per l’Export Digitale” possono richiedere questo nuovo contributo solo se hanno completato l’iter agevolativo e hanno correttamente rendicontato nei termini.

La misura dell’agevolazione

Il contributo concesso in regime “de minimis”, riconosce:

  • 10.000 euro alle imprese per spese ammissibili non inferiori, al netto dell’IVA, a 12.500 euro;
  • 22.500 euro alle reti e consorzi per spese ammissibili non inferiori, al netto dell’IVA, a 25.000 euro.

Erogato in unica soluzione previa rendicontazione delle spese sostenute per servizi erogati da società fornitrici regolarmente iscritte all’elenco dei fornitori di soluzioni digitali per l’export istituito ai sensi dell’Autorizzazione del Direttore Generale n. 20/21. Ammessi solo titoli di spesa in formato elettronico emessi in data successiva alla presentazione della domanda di contributo.

Fondi specifici sono stati inoltre destinati alle imprese localizzate in territori colpiti da calamità naturali; nello specifico:

  • 3 milioni di euro sono destinati a favore delle aziende con sede produttiva o operativa nei comuni delle regioni Emilia-Romagna, Marche e Toscana per le quali nel corso del Consiglio dei Ministri del 23 e 25 maggio 2023 è stata deliberata la dichiarazione di stato di emergenza. L’elenco dei comuni interessati è consultabile dall’ Allegato I del D.L. n. 61 del 1 giugno 2023.
  • 1,5 milioni di euro sono destinati, invece, alle aziende con sedi operative/produttive nelle province toscane per le quali nel corso del Consiglio dei Ministri del 3 novembre 2023 è stata deliberata la dichiarazione di stato di emergenza.

Presentare la domanda per il Bonus Export Digitale Plus

La presentazione delle domande è solo digitale e richiede il possesso di un’identità digitale (SPID o CNS), di un indirizzo PEC (posta elettronica certificata) e di una firma digitale. La domanda può essere presentata dalle ore 10:00 del 13 febbraio alle ore 10:00 del 12 aprile 2024.

Spese ammesse

Le spese contemplate dal bando sono quelle per l’acquisto di soluzioni digitali per l’export dettagliate nell’articolo 5 del Bando.

Consulta il Bando

Consulta la scheda ufficiale Invitalia sul beneficio

GOINWEB.COM è un’agenzia regolarmente iscritta all’elenco dei fornitori di soluzioni digitali per l’export istituito ai sensi dell’Autorizzazione del Direttore Generale n. 20/21